EP#23

di Claudio Consoli

EP#23

(Di partenze definitive, viaggi incorporei ed incontri da sogno)

  1. “Laurens Walking”. 1999, “The Straight Story OST” di Angelo Badalamenti, come uno dei fratelli del film di D.Lynch, un uomo capisce che è ora di rincontrare una persona cara,
  2. “The Wings”. 2005, di Gustavo Santaolalla da “Brokeback Mountain OST”, ma per raggiungerlo non basta un vecchio trattorino tosaerba: servono un paio d’ali.
  3. “Cinema Paradiso”. 1988, di Ennio Morricone dalla Colonna Sonora di “Nuovo Cinema Paradiso”, chissà se c’è davvero un paradiso…e magari anche un posto dove possano sedersi insieme a gustare un vecchio film…
  4. “Io Non Ho Paura”. 2003, di Ezio Bosso dalla Colonna Sonora di “Io Non Ho Paura”, ma intanto qui si rimane in pochi, afflitti e sconfortati ma non si può rimanere nascosti nell’ombra del dolore: no! Io…
  5. “The Departed Tango”. 2006, “The Departed Soundtrack” di Howard Shore, e allora voglio sognare un bel posto, dove con nostalgia ma anche con serenità, risuoni e venga ballato un malinconico “departed tango”.


Potete guardare i video della playlist anche sul nostro canale youtube: http://www.youtube.com/playlist?list=PLK2zEyTTIqS9W04l27U_b0N6U0b34fh4G

Curiosità sulla playlist:

Nel suo elogio della lentezza, David Lynch ha raccontato l’incredibile storia vera di Alvin Straight, un contadino dell’Iowa che a 73 anni, ad inizio anni ’90, ha percorso quasi 400km su un piccolo trattore tosaerba, per recarsi nel Wisconsin a trovare il fratello colpito da un infarto che non vedeva e sentiva da anni. Il film è stato anche l’ultimo lavoro di Richard Farnsworth (A.Straight).

Gustavo Santaolalla ha curato le musiche di ogni film di Alejandro González Iñárritu dal suo esordio, “Amores Perros”, in poi; ha vinto 2 oscar consecutivi: nel 2006 per “Brokeback Mountain” di Ang Lee e nel 2007 per “Babel” di Iñárritu.

La band Metal Progressive statunitense Dream Theater ha inserito in un brano del loro album “Images and Words”,  “Take the Time”, una frase in lingua italiana che è una citazione di Alfredo, il proiezionista di “Nuovo Cinema Paradiso”: “Ora ache ho perso la vista, ci vedo di più!”, proprio per l’amore del batterista Mike Portnoy per il cinema.

Ezio Bosso nonostante sia ancora giovane (1971) ha dovuto purtroppo interrompere, per un grave incidente occorsogli nel 2005, la carriera di strumentista, dedicandosi così a quella di compositore e direttore di orchestra.

La colonna sonora del film di Scorsese, remake di una pellicola di Hong Kong “Infernal Affairs”, è commercializzata in 2 distinti album, di cui uno contiene solo composizioni originali di H.Shore, mentre l’altra varie canzoni pop o rock utilizzate nel film fra cui una rara versione live di “Comfortably Numb” eseguita da Roger Waters con Van Morrison & The Band.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

LIBERTÀ DEL TRATTO
SUGGESTIONS
Servizi
  • Servizi

    Lo staff di Culturalismi.com mette a disposizione di quanti vogliano avvicinarsi al mondo

SPONSOR
bel-ami-edizioni_mini